Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

Il fine settimana di Ocarina #80 Festival della Maternità – Padova

Questo fine settimana da oggi fino a domenica 15 aprile arriva a Padova il Festival della Maternità, il primo festival dedicato alle donne e alle mamme con incontri scientifici ed eventi per le famiglie dedicati alla maternità ed al rapporto madre-figlio. Il tema dell’edizione 2018 sarà incentrato sui primi 1.000 giorni dopo il parto, decisivi lo sviluppo mentale di un neonato, ma anche periodo importante e talvolta molto critico per la neo mamma.
Organizzata dall’associazione Kairos Donna, la manifestazione ha lo scopo di accendere i riflettori su aspetti della maternità a volte ancora nascosti o di cui si evita di parlare, i tabù e i luoghi comuni legati all’essere mamma, come ad esempio la depressione post partum.
Il Festival prevede appuntamenti dedicati agli specialisti del settore perinatale – parteciperanno più di 250 specialisti nazionali e internazionali, pediatri, psicologi, psichiatri, ginecologi, ostetriche, educatrici perinatali e consulenti per l’allattamento –  ma ci saranno anche momenti ludici pensati per le famiglie come concerti, performance teatrali, laboratori espressivi e creativi. 
Tra i tanti appuntamenti in programma the Pond ne ha selezionati alcuni, centrati sui temi più cari ad Ocarina riguardanti musica per bambini, fiabe, racconti di mamme…:
 
Venerdì:
– Centr. S. Gaetano, Auditorium 18,00-20,00 “La musica del materno”, un incontro sul Docufilm “La storia del cammello che piange” di Luigi Falorni e Byambasuren Davaa (2003,) intervengono il Dott. Mario Degli Stefani, psichiatra e musicoterapeuta e Dott.ssa Silvia Ferrara psicologa clinica, psicoterapeuta.
– Pedrocchi, Sala Rossa 20.00 – 23.00, “I suoni della mente”. Concerto a sostegno della creazione di Punti Ascolto per le mamme in difficotà, con il pianista concertista Marco Pomelli. 
Sabato
– Centr. S. Gaetano, Auditorium 10,00 -11,30 Laboratorio “Genitori da Fiaba” di Susanna Nava. Con l’aiuto delle fiabe si affronteranno tematiche diverse riguardanti il bambino dalla nascita ai suoi primi cinque anni. Momento per condividere e affrontare le gioie, i dubbi e le difficoltà nella relazione con il proprio figlio.
– Centr. S. Gaetano,  Auditorium, 21,00-23,00 Spettacolo Teatrale “M’ama?” – di e con Nicoletta Maragno.
Domenica 
– Centr. S. Gaetano – Kinder house, 10,00-12,00 Forme colorate – Laboratorio di Yoga dell’Arte per bambini (3-5 anni) – Claudia Vanni
– Centr. S. Gaetano – Auditorium 12-13 premiazione del Concorso “Chiaroscuri del materno”: saranno premiati i migliori racconti di mamme che hanno descritto le loro esperienze personali sui 1000 giorni di maternità. Il concorso è stato lanciato dal festival con L’hastag #lamiamaternità 
Qui è possibile trovare il programma completo

Il fine settimana di Ocarina #79 Ma la musica si può disegnare? – Museo del paesaggio sonoro (TO)

Con l’arrivo della bella stagione apre di nuovo al pubblico il Museo del paesaggio sonoro di Riva presso Chieri (TO) con i suoi curiosi e storici strumenti musicali. 

Questa domenica alle ore 15.30 è in programma l’appuntamento dal titolo “Ma la musica si può disegnare?”, un laboratorio che ha l’obiettivo di avvicinare i bambini all’ascolto di suoni e melodie, creati attraverso la voce e semplici oggetti, provando poi a “catturarli” attraverso il disegno. Si parte dalla conoscenza delle raccolte degli strumenti e oggetti musicali presenti in museo per proseguire, muniti di album e matite colorate, nella realizzazione di “un ritratto” alla musica.

Collocato all’interno del Palazzo Grosso, il Museo del paesaggio sonoro è stato realizzato grazie alla passione dello studioso e musicista Domenico Torta, che da anni si dedica alla raccolta dell’importante patrimonio della musica popolare del Piemonte. L’impegno di lavoro e gli studi in più settori della musica, uniti ad un profondo legame con la terra e con la gente, gli hanno permesso di riunire i molteplici strumenti, oggetti e documenti. In realtà, il Museo non è però una semplice esposizione di strumenti musicali ma un viaggio attraverso i suoni, umili o elaborati, che mantengono viva la memoria di usi, costumi e tradizioni legate al territorio in cui sorge. 

Di fondamentale importanza gli eventi e gli appuntamenti che vengono realizzati nel corso della stagione più calda, molti dei quali hanno l’intento di  avvicinare i più piccoli alla variegata possibilità di fare musica, anche attraverso oggetti costruiti con materiali molto semplici.

Oltre all’appuntamento “Ma la musica si può disegnare?” previsto per domenica 8 aprile alle 15, 30, in programma anche il laboratorio destinato ai più piccoli che si terrà domenica 15 aprile, domenica 27 maggio e domenica 10 giugno ore 15.30

Un coinvolgente pomeriggio accompagnerà i bambini alla scoperta dell’origine della musica.

Si parte dalla natura madre che con i suoi variegati suoni diventa la musa ispiratrice dell’uomo.

Si procede con l’ingegno dell’uomo, capace di riprodurre suoni e creare sofisticati strumenti musicali.

Si conclude con un divertente laboratorio in cui, tutti assieme metteremo alla prova la nostra capacità di “fare musica” attraverso canoni ritmici e curiosi oggetti sonori.

Qui è possibile trovare il calendario completo degli eventi in programma

Il fine settimana di Ocarina #78  BOOM! Crescere nei libri – Bologna

In occasione del Bologna Children’s Book Fair che si è tenuto dal 22 marzo fino ad oggi, il Comune di Bologna propone per tutto il weekend una serie di iniziative dedicate all’infanzia e all’immagine disegnata. Un’ esplosione di eventi che prenderà corpo in “BOOM! Crescere nei libri”, il nuovo programma di mostre e appuntamenti di livello internazionale rivolti ai bambini e alle famiglie che saranno organizzati in 64 diversi luoghi della città. In tutto sono previsti più di 160 appuntamenti, tra incontri, letture, performance, laboratori, proiezioni e spettacoli… 

Da non perdere il progetto speciale “La via Zamboni delle bambine e dei bambini”, proposto dal Sistema Museale di Ateneo e rivolto ai più piccoli.

Sabato 24 marzo alle 10.30, presso la Collezione di geologia “Museo Giovanni Capellini” (Via Zamboni, 63), si svolgerà la Lettura animata Il “Dinodoro” di Marcus Pfister per bambini dai 4 ai 7 anni. La storia di Dinodoro accompagnerà i bambini nel mondo dei Dinosauri dei quali sarà possibile vedere alcuni stupendi scheletri nelle sale del Museo Capellini. L’itinerario terminerà con un laboratorio grafico e ogni bambino potrà ritornare a casa insieme a Dinodoro!

Dalle 10.30 alle 12.00, è in programma una passeggiata alla scoperta dell’Orto Botanico (Via Irnerio, 42), per scoprire piante e fiori a inizio primavera. I bambini dai 6 in su potranno inoltre partecipare al laboratorio didattico “Nuovi germogli e vecchi frutti”. Un’iniziativa molto divertente in cui raccontando storie a spasso nell’Orto e giocando con i suoi semi, i bambini apprenderanno quanto questi, anche se minuscoli, contengano un mondo meraviglioso

Nel pomeriggio, alle 15, si svolgerà il Laboratorio didattico per bambini dai 6 agli 8 anni, “Scombina la Storia”, presso il Museo di Palazzo Poggi (Via Zamboni 33). I bambini si cimenteranno in una fantastica impresa: scombinare e ricombinare i miti raccontati dagli antichi dipinti che decorano le pareti del Museo di Palazzo Poggi. 

Ma le iniziative del  “BOOM! Crescere nei libri non finiscono qui. Vi consigliamo infatti di consultare il programma completo della manifestazione.

A questo punto non ci resta che augurarvi una bellissima Pasqua!

Il fine settimana di Ocarina #77 Piano City Napoli

Questo weekend torna a Napoli l’appuntamento Piano City. Per tre giorni (dal 23 al 25 marzo), in ogni angolo della città il pianoforte sarà il protagonista con concerti, eventi, appuntamenti nei salotti delle case napoletane (House Concerts). In tutto sono previsti ben 200 eventi gratuiti con 300 pianisti coinvolti che si esibiranno in luoghi importanti come Musei, Teatri, ma anche fermate della Metro, Aeroporto, scalinate, strade e piazze. 
 
L’apertura della kermesse è prevista il 23 marzo alle 21:00 in Piazza del Plebiscito con 21 pianoforti in concerto: pagine celebri di grandi maestri elaborate, a cura di Patrizio Marrone.
Gli appuntamenti principali si terranno invece presso il Maschio Angioino dove la musica continuerà per ben 160 ore.
Il Festival, organizzato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, è aperto a tutti i generi musicali dalla classica al jazz, dalla contemporanea al rock e al pop, tutti solo ed esclusivamente interpretati al pianoforte.
Quest’anno per la prima volta Piano City Napoli ha anche una proposta specifica dedicata ai bambini con l’evento “Musica per piccole e grandi orecchie”: laboratori creativo-musicali accreditati dal Programma nazionale “Nati per la Musica” per Piccoli Musicisti da 0 a 6 anni.  
L’appuntamento è per il 24 marzo al Maschio Angioino. Due le fasce d’età:
dalle 16.30 alle 17.15, il laboratorio Prendi il ritmo per bambini da 3 a 6 anni;
dalle 17.30 alle 18.15, il laboratorio Prime Note per bambini da 0 a 3 anni e coppie in dolce attesa.
Tra i tanti eventi in programma, sarà sicuramente ricco di suggestione per i bambini anche Pedala Piano, un doppio appuntamento che vedrà sfrecciare il suggestivo pianoforte-bicicletta fra via Toledo, Galleria San Carlo, Piazza del Plebiscito e dintorni. La prima performance sarà il pomeriggio di sabato 24 marzo (dalle 15 alle 18), mentre la seconda la mattina di domenica 25 marzo.

Qui è possibile consultare il programma completo dell’iniziativa.

Il fine settimana di Ocarina #76 Kids Sound Fest 2018- Milano

Questa domenica tutti a Milano per la festa più family rock dell’anno! il Kids Sound Fest 2018, organizzato dalla rivista GG – Giovani Genitori, giunto alla terza edizione. Una giornata tutta dedicata alla musica, con tanti laboratori, giochi musicali e performance, tutti a misura di bambino e tutti ad ingresso gratuito fino ai 3 anni.

L’appuntamento è al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci che  dalle ore 9.30 alle 18.30 aprirà le sue sale inedite e gli spazi segreti.
La manifestazione si rivolge ai piccoli ma anche ai più grandicelli fino all’adolescenza, che avranno l’opportunità di avvicinarsi alla musica in modo divertente ed originale.

In questa giornata dedicata all’audio per bambini non poteva mancare Ocarina che parteciperà al Kids Sound Fest con una performance musicale itinerante. Ogni animatore del Festival terrà con sé una Ocarina portando a spasso tra i diversi padiglioni un energico e divertente rock’n’roll adatto anche ai più piccoli. Naturalmente nella playlist non mancherà il famoso pezzo dei Guns N’Roses Sweet child o’mine, colonna sonora dell’edizione di quest’anno.  

All’interno del Museo sono stati allestiti 5 padiglioni:
Padiglione Olona: una grande area, con cuscini e tappeti morbidi per i più piccoli. Una baby zone 0-3 in cui non mancheranno mini concerti e storie in musica pensati per le orecchie dei piccolissimi.
Sala cenacolo: ispirati dalle note e guidati dalla fantasia, questa è l’area delle lezioni concerto, dei live Ableton e delle performance di grandi artisti che scelgono di regalare esibizioni speciali pensate appositamente per la Kids Sound Fest.
Padiglione Aeronavale: un’immersione nel mondo dell’ascolto attraverso Laboratori di tastiere per un primo approccio allo strumento e all’utilizzo della propria voce attraverso giochi musicali condotti da insegnanti Yamaha di educazione musicale per l’infanzia. Seguiranno laboratori dedicati al pianoforte come strumento di espressione e di improvvisazione sperimentale.
Padiglione Ferroviario: esibizione live di Checcoro, primo coro a cappella LGBT di Milano.
Padiglione Aeronavale, piano -1: un’intera sala realizzata in collaborazione con Ubisoft  per scatenarsi con uno strepitoso e attesissimo Just Dance Show. Gli animatori faranno divertire i bambini coinvolgendoli a ballare le hit più famose del momento tratte dall’ultima edizione della serie di videogiochi di ballo più amata da grandi e piccini, Just Dance 2018.

Ma non finisce qui. In programma tanti altri appuntamenti e momenti di festa degni di Woodstock. Qui è possibile consultare il programma completo.

A questo punto non ci resta che augurarvi un bellissimo weekend Rock con Ocarina al Kids Sound Fest!

Oggi Ocarina ascolta #75 Sweet child o’mine – Guns N’Roses

Oggi Ocarina ascolta Sweet child o’mine il famoso brano dei Guns N’Roses che quest’anno compie 30 anni. Composta da Axl Rosela canzone fa parte di Appetite for Destruction, il primo e più famoso disco della band statunitense pubblicato nel 1988. Inconfondibile e ormai celebre il riff di apertura del chitarrista Slash. Nel 2014 il brano è stato indicato addirittura come la seconda più grande canzone pop metal da Yahoo! Music.

Ed è proprio Sweet child o’mine, la colonna sonora del Kids Sound Fest 2018 Milano  che si svolgerà questa domenica 18 marzo e dove tra i numerosi ospiti sarà presente anche Ocarina. 

Dopo le scorse edizioni dedicate ai Nirvana e ai Ramones, quest’anno il noto Festival di musica per bambini sarà un tributo ai Guns N’ Roses. Un evento da non perdere, dove il divertimento è assicurato. 

Intanto imparate a memoria le parole di Sweet child o’mine: potrete così cantarla nel flash mob che introdurrà il Festival, uno scatenato, grande happening corale.

Qui è possibile acquistare il brano. Di seguito trovate il video clip.

 

Il fine settimana di Ocarina #75  Pinocchio a tre piazze – Teatro Verde (Roma)

Continua con successo la rassegna “Famiglie a Teatro” organizzata dal Teatro Verde, il teatro dei bambini e dei ragazzi di Roma 

Questo sabato 10 marzo, alle 17, l’appuntamento è dedicato la favola italiana più famosa e più tradotta al mondo: Pinocchio. Lo spettacolo che si intitola Pinocchio a tre piazze sarà messo in scena dalla Compagnia Collettivo Bertolt Brecht di Formia, con la regia di Maurizio Stammati.
Scale, trampoli, maschere, costumi e musiche zigane invaderanno il palco, con la loro allegria, la loro forza deduttiva, il loro immaginario fantastico.
La prima scena è dedicata a Mangiafuoco ed al Gatto e la Volpe, la seconda al magnifico paese dei balocchi e la terza alla grande balena. Il tutto arricchito dalla musica dal vivo e dalle maschere, vere protagoniste dello spettacolo, da una girandola di colori e da un festoso carnevale musicale per il burattino più famoso al mondo.

Nato nel 1986, Il Teatro Verde è diventato negli anni un punto di riferimento insostituibile per i bambini, i ragazzi, le scuole e le famiglie romane. 

Fino a maggio, ogni fine settimana, vengono proposti spettacoli pomeridiani dedicati ai più piccoli che si ispirano a favole celebri o a storie inedite. Il tutto supportato da suoni, colori, atmosfere incantate e tanto altro ancora.

Di seguito riportiamo gli appuntamenti di marzo:

domenica 11 marzo, alle 17 Il Piccolo PrincipeCompagnia Teatrificio 22 di Corato (BA)

dal 17 al 18 marzo alle 17,00 Biancaneve e i sette NaniCompagnia I Guardiani dell’Oca di Guardiagrele

sabato 24 marzo, alle 17,00 Canta Cante CantastorieCompagnia Teatro della Tosse di Genova

domenica 25 marzo, alle 17,00, I brutti anatroccoliCompagnia Stilema Unoteatro di Torino

Il fine settimana di Ocarina #74 Viaggio da favola – Castello Odescalchi di Bracciano

Per questo  weekend Ocarina suggerisce un bellissimo ed emozionante “Viaggio da favola”. A pochi km da Roma, sul lago di Bracciano, a partire da domenica prossima, per tutto il mese di Marzo, il Castello Odescalchi di Bracciano (RM) aprirà le sue porte per una visita – spettacolo dedicata ai bambini. 

Un’occasione divertente per tutta la famiglia, ma ma anche un modo scoprire i giardini, i cortili ed i loggiati del Castello, uno dei più possenti manieri rinascimentali d’Europa, la cui posizione a picco sul Lago di Bracciano lo rende ancora più affascinante e misterioso.

Le visite sono differenziate in base all’età dei bambini:

A partire dai 3 anni è possibile partecipare, accompagnati al percorso animato del topo Birbone, alla scoperta del Castello attraverso storie e indovinelli.

Dai 4 anni i piccoli visitatori possono intraprendere un viaggio leggendario, con le Visite Speciali del Teatro Helios: lungo il percorso incontreranno il Re del Lago, la principessa Artemisia, il cavaliere Everso, il Mago buono, per rivivere le trame di un’antica leggenda, con un finale a sorpresa nella sala delle storie. 

Ma non finisce qui.

Per i bambini dai 5 anni consigliamo di partecipare a “Fuga dal Castello”, dove con corde i bambini si caleranno lungo le pareti della fortezza per non essere rinchiusi nelle segrete.

per i più grandi (dagli 8 anni) è infine proposto il “Passaggio Segreto” , un percorso emozionante in cordata che dai camminamenti di ronda consentirà di arrivare fin nelle profondità del castello, per poi uscire attraverso un passaggio segreto.

A questo punto non ci resta che augurarvi una buona avventura!

Il fine settimana di Ocarina #72 Festa del Capodanno Cinese 2018

Con ormai il carnevale alle spalle, vi consigliamo di non perdervi il Capodanno Cinese, celebrato oggi, venerdì 16 febbraio, in Cina ma anche in tutto il mondo. 

Per quindici giorni in in molte chinatown italiane si festeggerà il passaggio dall’anno del Gallo a quello del Cane con sfilate, musica, fuochi di artificio e molto altri eventi divertenti per grandi e piccini. 

Prato e Milano sono le città dove si terranno le manifestazioni più importanti.
Prato il programma è ricco di iniziative: la mattina di domenica 18 febbraio i festeggiamenti inizieranno alle 8,00 con la sfilata che vedrà un grande dragone attraversare la città dal Tempio Buddista in piazza della Gualchierina fino a piazza del Comune,  
Nel pomeriggio in programma alcuni appuntamenti dedicati soprattutto ai più piccoli:
Alle 15,00 presso i Giardini di via Colombo, si tiene lo Spettacolo di magia e laboratorio per ragazzi fino a 10 anni.
Sempre alle 15,00 si tengono le letture animate per bambini di racconti e leggende sul capodanno cinese. (Overseas Chinese Service Center Via Filzi 39/P.)A seguire sfilata di abiti tradizionali.
Dalle 17,00 il grande finale con la caratteristica esposizione delle lanterne in via delle segherie.

A Milano il fulcro dei festeggiamenti è come sempre la Chinatown milanese per eccellenza, ovvero via Paolo Sarpi, dove ogni anno si tiene la tradizionale e coloratissima parata in costume. Uno spettacolo variopinto dove a spiccare è il colore rosso (narra la leggenda che serve a spaventare Nian, il mostro che una volta all’anno esce dalla sua tana per invadere i villaggi), tra dragoni di carta, ombrellini colorati, figuranti, musica e danze tradizionali.
L’appuntamento è domenica 18 febbraio alle 14,00 in Piazza Gramsci.

Anche il Triennale Design Museum festeggia il capodanno cinese con speciali laboratori e incontri per bambini e famiglie dedicati all’artigianato tradizionale cinese, un vero e proprio patrimonio culturale immateriale tramandato di generazione in generazione.

Sabato 17 e domenica 18, guidati da artigiani cinesi e dagli educatori di TDMEducation, bambini, ragazzi e adulti possono così imparare a realizzare le Hairy Monkey, tradizionali pupazzi in miniatura a forma di scimmia, in origine concepiti come dono per i bambini durante le feste, e a modellare l’argilla per creare le Figurine Zhang, piccole sculture realizzate per la prima volta 170 anni fa da Mingshan Zhang.

Tra gli appuntamenti proposti questo fine settimana dal Triennale Design Museum vi segnaliamo il tour di Giro Giro Tondo. Design for Children, la prestigiosa mostra che chiuderà i battenti questa domenica, dove Ocarina è stata esposta per un anno accanto ai più importanti pezzi che hanno fatto la storia del design del giocattolo a livello internazionale.

Il fine settimana di Ocarina #71 Due Cori mille colori – Teatro Vittoria (TO)

Questo venerdì 9 febbraio alle 18,30 al Teatro Vittoria di Torino si festeggia il Carnevale insieme a due cori di giovanissimi: I Piccoli Cantori di Torino e il coro delle voci bianche Artemusica di Valperga.

Si intitola Due Cori mille colori, il concerto in cui si esibiranno i giovani provenienti da realtà molto diverse, ma che per l’occasione canteranno insieme e anche singolarmente scambiandosi persino i direttori.
Un concerto senza dubbio variopinto anche per la varietà del repertorio proposto: si passerà dalla musica modernissima e antichissima ai suoni del mare, dalla musica africana a pezzi che omaggiano il Carnevale.

L’appuntamento ricco di sorprese per bambini e adulti fa parte della nona edizione della rassegna Voci in movimento, intitolata “Senti chi canta”, realizzata dall’associazione Piccoli Cantori di Torino, fondatrice anche del Coro dei Piccoli. Nato nel 1972, il coro è attualmente composto da circa 60 cantori di età compresa tra i 9 e i 16  anni e mette in scena spettacoli di teatro musicale in tutta Europa. 

Altrettanto prestigioso  il coro Artemusica di Valperga, uno dei migliori cori di voci bianche del panorama nazionale. Fondato nel 2002 da Debora Bria e da  Carlo Beltramo, il Coro svolge la sua attività in concerti e collaborazioni artistiche, stage corali in Italia e all’estero; è invitato in prestigiosi festival e rassegne corali nazionali ed internazionali.
Ha ricevuto inoltre numerosi primi premi, premi speciali e riconoscimenti in Concorsi corali e internazionali.

Qui potete trovare un approfondimento di The Pond sulla straordinaria esperienza del coro Manos Blancas” venezuelano fondato da Antonio Abreu il 12 febbraio 1978, che festeggia quest’anno 40 anni. Il progetto che negli anni si è esteso, è oggi riferimento per tutti i cori delle voci bianche nel mondo.