Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

Tag Archives: eventi per bambini

Il fine settimana di Ocarina #63 Concerto di Natale

Questa domenica torna a Roma, in Vaticano, il grande Concerto di Natale, che quest’anno compie 25 anni. Un appuntamento ormai diventato immancabile per chi ama ascoltare la musica tradizionale natalizia di ogni parte del mondo insieme agli evergreen del repertorio internazionale. 

Tanti i nomi stranieri attesi:  dalla “sacerdotessa del rock” Patti Smith,  alla cantautrice ex voce degli Eurythmics, Annie Lennox, dalla cantante israeliana Noa alla  cantante e modella francese Imanydiventata famosa tra i più giovani di tutto il mondo grazie al brano You will never Know.

Tra gli artisti italiani si esibiranno Al Bano, Alex Britti, Andrea Griminelli e molti altri ancora.

Per la prima volta della storia del concerto di Natale saliranno sul palco anche i bambini, quelli del  Coro di Piazza Vittorio. Nato nel 2012 il Coro ha l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale e scolastica e l’accoglienza delle famiglie migranti e italiane più disagiate.  

Quest’anno il concerto darà spazio anche alla danza con la performance del ballerino di flamenco Joaquín Cortés. 

Qui è possibile trovare il programma completo dell’evento.

Il concerto si terrà domenica 16 dicembre alle 18,30 presso l’aula Paolo VI in Vaticano.

I biglietti sono acquistabili on line o presso l’Ufficio delle Poste Vaticane in Piazza San Pietro.

La messa in onda sarà la vigilia di Natale in prima serata su Canale 5.

Il fine settimana di Ocarina #62 Firenze Light Festival

L’8 dicembre Firenze torna ad accendersi con il “F-Light”, il  Firenze Light Festival che per un mese rivestirà di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento, dislocato in oltre 15 luoghi, propone video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni artistiche, attività educative e incontri.

Quest’anno il fil-rouge della manifestazione sarà la parola frontiere, intese come orizzonti e limiti, sia in senso fisico che metafisico. Ma anche in senso di sfide, come quella di connettere presente e passato, città e popoli lontani tra loro. 

La luce illumina infatti nuovi scenari scientifici, ma anche culturali, sociali o geopolitici, aprendo nuove visioni e facendoci scoprire e valorizzare il passato.

Il Festival come di consueto prenderà il via con l’accensione del grande albero di Natale l’8 dicembre in Piazza Duomo: da quel momento, che simbolicamente avvia le festività natalizie, prenderanno vita i principali eventi di F-Light. 

Tra i video -mapping più ad effetto che sicuramente affascineranno anche i più piccoli, quello su Ponte Vecchio, realizzato da IED, Istituto Europeo di Design che nelle edizioni 2015 e 2016 è stato fotografato da decine di migliaia di persone. Icona di Firenze e del Rinascimento, il Ponte vecchio diventerà la tela su cui – con il patrocinio di UNHCR – la città di Firenze intende generare una riflessione sul tema delle migrazioni, ponendo l’attenzione sulla crisi globale dei rifugiati. 

Sempre a cura di IED torna  “Dimora Luminosa”, che illuminerà la facciata della Basilica di Santo Spirito, in Oltrarno, con le opere dei partecipanti alla open call lanciata dall’Istituto fiorentino. Oltre 200 gli elaborati raccolti, una quindicina le realtà cittadine coinvolte, dagli asili nido ai centri anziani: il più giovane autore ha 8 mesi, il più anziano 100 anni*. In programma anche un evento speciale, il prossimo 13 dicembre, con la live performance del visual designer fiorentino Simone Massoni, illustratore del New Yorker, che per l’occasione “disegnerà” sulla Basilica. Musica a cura di Associazione Culturale Lungarno con Dj Tomo.

Per i più piccoli consigliamo di fare un passaggio presso la Basilica di San Lorenzo sulla cui facciata sarà proiettato un racconto fantastico: una fiaba silenziosa, dove passato e presente convivono. Protagonisti giganteschi balene e dirigibili, in un Nord idealizzato e lontano. E poi uccelli, animali, insetti, edifici, paesaggi, tracce, un flusso metafisico di giganti sospesi nei mari e nei cieli. A cura di MBVision con Animation Lights Project e ISIA.

La manifestazione prevede anche tanti appuntamenti speciali, incontri e attività. Per i bambini sono in programma i “laboratori allo specchio”, un viaggio in sei tappe tra esperimenti e sorprese legati alla luce, scienza e tecnologia, a cura di LENS – Laboratorio Europeo per la Spettroscopia Non-Lineare.

Qui è possibile trovare il programma completo degli eventi.

Il fine settimana di Ocarina #60 Presentazione live de La Valigia del Talento

Questo sabato non mancate alla presentazione del primo progetto Edu di Ocarina che si tiene presso il Triennale Design Museum. Si intitola La Valigia del Talento. Storie segrete di bambini prodigio ed è il nuovo progetto audio di Ocarina con finalità educativa che ha l’obiettivo di stimolare la conoscenza nei bambini di nozioni storiche, culturali e linguistiche in maniera spontanea e coinvolgente.

Per l’occasione l’attore Luca Scarlini racconterà improvvisando, le avventure di alcuni bambini diventati famosi in tutto il mondo e in tutte le epoche: Mozart, Tiziano e Maria Gaetana Agnesi, la prima donna nella storia europea a insegnare matematica in una Università. A partire dalle 15.30, si svolgeranno tre repliche: in italiano alle 15.30 e alle 16.30, in inglese alle 16.00. La durata di ciascuna replica è di circa 25 minuti.

L’evento è rivolto ai bambini dai 4 anni in su, è gratuito ed è organizzato nell’ambito della Mostra Giro Giro Tondo. Design for Children presso la quale Ocarina rimarrà esposta fino al 28 febbraio 2018. Se decidete di partecipare vi consigliamo di visitare anche la Mostra, tutta centrata sul mondo dell’infanzia: dai mobili ai giochi, dall’animazione agli spazi educativi e tanto altro ancora pensato e realizzato per i più piccoli. Sicuramente la sezione dedicata alla storia del giocattolo affascinerà i vostri bambini che potranno divertirsi grazie ad un allestimento “pop” e ludico, con postazioni interattive pensate per un pubblico giovane.

Per partecipare alla performance de La Valigia del Talento occorre prenotare scrivendo a tdmkids@triennale.org

Il fine settimana di Ocarina #59 BookCity Milano

Questo fine settimana torna la nuova edizione di BookCity Milano con un programma ricco di incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari, tutti dedicati alla lettura come esperienza di valore.

Tra gli oltre 1000 eventi proposti, molti sono dedicati ai più piccoli. Di seguito vi proponiamo un guida veloce degli appuntamenti adatti ai bambini in età pre scolare.

Si inizia già giovedì 16, alle 18.00, presso l’Oasi del Piccolo Lettore, con l’incontro Gattobrutto e la sua illustratrice, una lettura e laboratorio di disegno per bambini che amano i gatti brutti tanto quelli belli, a cura dell’illustratrice Silvia Oriana Colombo. (Per bambini dai 3 anni in su). 

Gli appuntamenti continuano venerdì 17 alle 10,00, presso il Circolo della Letteratura e delle Arti di Milano, con Le favole nell’antico Egitto tra animali parlanti e magia. Letture, approfondimenti e gioco (3-6 anni).
Nel pomeriggio, alle 17,30 presso la Giocomotiva di via Zocchi, non perdetevi invece  Ninne Nanne per dire sogniamo (2 -6 anni): si parla di Ninniamo, la prima antologia che offre tanti spunti per ninne nanne, in cui vengono esaltate le qualità terapeutiche del canto più antico del mondo usato per accompagnare i bambini al sonno. Alla lettura delle ninne nanne segue un laboratorio sulle emozioni, con Dome Bulfaro e Francesca Genti

Sabato 18 la giornata inizia presso la Biblioteca Zara con Mamma lingua: letture dal mondo: letture ad alta voce e canti per bambini da 2 a 6 anni in italiano, spagnolo e arabo. In biblioteca è esposta la mostra Mamma Lingua: 127 libri per bambini in età prescolare nelle principali lingue straniere parlate a Milano.
Alle 10,30, presso il Teatro del Buratto in Maciachini,
  è in programma il laboratorio Diventa protagonista di una favola (dai 3-6 anni) a cura della piccola casa editrice MyBoo srl. In un mondo in cui si legge sempre meno, la missione di MyBoo è rendere il libro un oggetto vicino al bambino, fatto su misura per lui, in modo da trasmettergli la passione e il piacere della lettura.
Alle 14,30, sempre presso il Teatro del Buratto, si tiene Burattinando nel paese Chenonsai (3-12 anni). L’autrice Mirella Bolondi, l’illustratrice Francesca Drusian e la curatrice Chiara Bezzi racconteranno il libro Nel paese Chenonsai, attraverso la magia del teatro in miniatura. Nell’arco dell’intero pomeriggio si susseguiranno le drammatizzazioni con i burattini e i laboratori gratuiti creativi finalizzati alla creazione di “burattini a dita” in pannolenci con i personaggi della storia.
Alle 15,30 presso Accademia di Musica piccoli Mozart i bambini saranno invitati ad un viaggio sonoro particolare Alla scoperta degli strumenti musicali (4-10 anni): come può “suonare” un libro? Durante le tappe del viaggio verranno presentati alcuni strumenti musicali con esecuzioni dal vivo. Pianoforte e batteria,  violino e voce, flauto e chitarra da ascoltare e vedere da vicino e…anche da provare! 

La nostra selezione degli eventi per bambini piccoli a Bookcity si conclude domenica 19 alle 16,30 con Giochiamo a imparare la musica, il laboratorio musicale di Andrea Cappellari che si terrà presso il Magazzino Musica – MaMu. L’iniziativa si pone l’obiettivo di introdurre progressivamente il giovane pubblico nel mondo musicale, in forma ludica, coinvolgente e alla portata di tutti.

Per conoscere il calendario completo e aggiornato consultare il sito ufficiale di BookCity Milano. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito; per alcuni è prevista un’iscrizione anticipata.

Il fine settimana di Ocarina #58 Teatro per Ragazzi – Teatro di Figura Perugia Tieffeu

Ha preso il via da qualche settimana la stagione di Teatro per Ragazzi al Teatro di Figura Perugia Tieffeu. Giunta alla V edizione, la rassegna prevede un ricco cartellone di spettacoli domenicale che si articolerà in due parti, la prima con 6 appuntamenti da ottobre a dicembre 2017 e la seconda da gennaio ad aprile 2018. Gli spettacoli in programma sono allestiti prevalentemente con l’utilizzo di burattini, marionette, ed attori, e attingono e reinterpretano le fiabe tradizionali,  tra le più conosciute ed apprezzate dai bambini, quali:  “Cappuccetto Rosso”, Robin Hood, la Spada nella roccia ecc. 

Nato 26 anni fa, il teatro Tieffeu  rappresenta un punto di riferimento nazionale ed internazionale per il teatro di figura. La sua storia ha inizio molto prima, nel 1976 con la costituzione di un primo nucleo di compagnia teatrale che raccoglie l’eredità di alcune esperienze italiane di tradizione, ma soprattutto continua il lavoro di un maestro polacco vissuto per molti anni a Perugia, Roman Ukleja. 

Le rappresentazioni che vengono proposte dal Tieffeu sono curate dalle maggiori compagnie teatrali italiane del settore e diffuse nei Circuiti di Teatro per Ragazzi. Parallelamente alle rassegne vengono, inoltre, proposti tutto l’anno Laboratori per bambini e ragazzi dai 4 agli 10 anni. 

Per chi si trovasse ad assistere ad uno degli spettacoli in programma, consigliamo di visitare il Museo delle marionette della famiglia Mirabassi, che si trova nello stesso complesso del Teatro e che espone con una selezione di figure (marionette, burattini e pupazzi) realizzate per la compagnia teatrale Tieffeu dagli anni ’70 ai giorni nostri.

Ecco ora i prossimi appuntamenti in programma:
Domenica 12 novembre alle 17,30 è in programma uno spettacolo particolarmente adatto ad un pubblico pre scolare, dal titolo il Topolino che scoprì il mondo. E’ la storia molto semplice del curioso topolino Amerigo, che ha sempre vissuto sottoterra insieme alla sua famiglia e che un giorno diventato grande decide di avventurarsi fuori dalla sua tana per conoscere quello che c’è sulla terra. Inizierà cosi un viaggio alla scoperta del mondo. Un viaggio divertente e popolato da tanti incontri straordinari…il sole, la luna, i fiori. Ognuno di loro avrà qualcosa da raccontare ad Amerigo. Gli elementi naturali, diventeranno i protagonisti di questa storia che servirà al piccolo e simpatico protagonista, Amerigo, a scoprire il mondo ma anche e soprattutto se stesso e quindi a superare le proprie paure. Il racconto è liberamente tratta dalla favola di Etienne Delessert e viene messa in scena dal  Teatrombria, attraverso un ritmo burattinesco dei pupazzi e la magia del teatro delle ombre. 

Fino al 3 dicembre gli spettacoli continueranno ogni domenica:
Domenica 19 novembre alle 17,30, la compagnia I Guardiani dell’Oca presenta Robin Hood nel castello di Nottingham
Domenica 26 novembre alle ore 17,30 Compagnia Instabile Quick presenta Le Case del bosco
Domenica 3 dicembre alle ore 17,30 Habanera presenta Codamozza il Gatto

Il fine settimana di Ocarina #57 Segni New Generations festival – Mantova

Si conclude domenica 5 novembre a Mantova Segni New Generations, il festival internazionale d’arte e di teatro per l’infanzia.
Per 8 giorni artisti di vari paesi d’Europa e del mondo si danno appuntamento in città per spettacoli, laboratori, percorsi d’arte e performance che mescolano tra loro musica, pittura, recitazione, danza e scultura e che sono rivolti in modo particolare a un pubblico d’età compresa tra i 18 mesi e i 18 anni! 

Nato 12 anni fa per far avvicinare i più piccoli al mondo artistico, il Festival ha saputo trasformarsi ed evolversi così come i tempi e le tendenze. Oggi il New Generations è dedicato al mondo delle scuole, delle famiglie e a tutti coloro che amano il teatro, la ricerca e i linguaggi delle arti.

Il programma prevede oltre trecento eventi che si tengono nelle più belle location della città di Mantova. Palazzo Ducale, Teatro Bibiena, Sala delle Cappuccine, Palazzo Te, Palazzo Broletto e molti altri spazi della città che si trasformano per l’occasione in luoghi di teatro tutti da scoprire. 

Ogni anno il festival è rappresentato da un animale che, disegnato dai più grandi artisti – gli scorsi anni da Altan, Bergonzoni, Sanna, Moretti – diventa il simbolo dell’edizione, dando vita ad un’operazione artistica che coinvolge oltre 5.000 partecipanti da tutta Italia.
Protagonista dell’edizione 2017 è la chiocciola, disegnata dalla cantante Giorgia. Simbolo della lentezza e della costanza, la
 chiocciola, con il suo guscio a forma di spirale, rimanda anche all’idea di evoluzione costante: parte da un punto per allargarsi, crescere, accogliere. 

Lentezza, consapevolezza e incontro sono quindi le parole chiave che quest’anno accomunano le esperienze a teatro, i momenti ludici, i laboratori.

Attorno al concetto di tempo che si dilata e cambia a seconda di come lo viviamo gioca lo spettacolo Un Giorno, messo in scena dal Teatro all’Improvviso da lunedì 30 ottobre a domenica 5 novembre, presso il Teatro San Leonardo.

Da non perdere anche sabato 4 domenica 5 novembre il viaggio lento a tempo di musica fra i miti che hanno ispirato Il Signore degli Anelli: presso il il Teatro Bibiena si terrà Il Ritmo della Norvegia fra note e miti boreali grazie ai musicisti Paolo Bonati, Roberto Dani e all’attrice Sara Zoia.

E ancora viaggi ma in bicicletta e controvento la storia di emancipazione di Alfonsina Strada raccontata in Ruote Rosa. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro-Residenza Initinere e va in in scena al Centro Contardo Ferrini sabato 4 e domenica 5 novembre.

Per le famiglie il tempo rallenta e si fa scoperta alla Chiocciolateca nel Palazzo dei Bambini in piazza Alberti animato dalla didattica del Parco del Mincio con Alkèmica, tutti i giorni da mercoledì 1 a domenica 5 dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17.

Il Programma prevede tantissimi altri appuntamenti pensati per diverse fasce di età. 

Qui è possibile consultare l’elenco degli spettacoli, eventi e incontri esauriti e ancora disponibili… in costante aggiornamento! 

Il fine settimana di Ocarina #54 Il pifferaio magico – Teatro Piccolissimo…e non solo

Prende il via questa domenica 15 ottobre a Milano la rassegna “Teatro Piccolissimo…e non solo” di Spazio Teatro 89 con tanti spettacoli per bambini. 

Nato nel 2006, lo Spazio Teatro 89 si pone l’obiettivo di organizzare iniziative per la promozione della cultura e dell’intrattenimento. Numerosi e di diverso genere gli appuntamenti in programma: dagli eventi musicali agli spettacoli teatrali, da mostre ad eventi culturali a disposizione dei cittadini. Forte l’attenzione al mondo dei giovani ai quali è stata dedicata appunto la rassegna del Teatro piccolissimo che si terrà da ottobre fino al prossimo marzo e che vedrà la messa in scena di rappresentazioni teatrali dedicate ad un pubblico dai 3 anni in su. Alcuni eventi sono inoltre pensati appositamente per gli spettatori più piccoli, a partire da 6 mesi.

Ad inaugurare la stagione 2017/2018  arriva domenica 15 ottobre, alle ore 11Il pifferaio magico della Compagnia Teatrino dell’Erba Matta di Savona, indicato per bambini dai 3 ai 10 anni.
Tratto dalla famosa fiaba dei fratelli Grimm, lo spettacolo racconta la storia della cittadina tedesca di Hamelin, vessata da una tremenda invasione di topi. Uno strano personaggio assicura che libererà la città grazie al suo potere magico, la musica. Attratti dalle sue note, i topi abbandonano le case, ma al momento di riscuotere la ricompensa, il pifferaio viene cacciato senza un soldo e decide di vendicarsi, incantando tutti i bambini di Hamelin, che spariscono. Tutti, tranne uno…

Dal 1982, La Compagnia Teatrino dell’Erba Matta gestisce l’omonimo teatro di Savona svolgendo  i suoi spettacoli in tutto il territorio nazionale. Negli anni ha lavorato con attori del teatro stabile, proponendo molte iniziative con finalità ludiche ma anche educative rivolte ai minori.

Tra i vari spettacoli che la Compagnia porta in scena, uno dei suoi cavalli di battaglia è appunto il Pifferaio Magico. La favola viene interpretata da un cantastorie che, sfogliando le pagine di un grande libro tridimensionale, racconta, suona e canta, animando i pupazzi protagonisti e dialogando direttamente con il pubblico. Lo spettacolo è reso ancora più entusiasmante da una scenografia colorata ed originale: al centro del palco è stata allestita una struttura esagonale dove ad ogni lato si svolge una scena diversa.

Il cartellone del Teatro Piccolissimo prevede anche molti altri appuntamenti che spazieranno dal teatro d’attore a quello di figura, dal teatro danza a quello d’immagini, dal teatro d’oggetti a quello musicale, senza dimenticare i pupazzi, la pittura e i suoni dal vivo.

L’altro evento di ottobre è in programma per domenica 22 con Rose nell’insalata della Compagnia Schedìa Teatro (Età consigliata: 2-5 anni)

Qui è possibile consultare tutti gli appuntamenti nel cartellone.

Il fine settimana di Ocarina #53 Tuttestorie. Festival di Letteratura per ragazzi

Torna a Cagliari Tuttestorie. Festival di Letteratura per ragazzi. Giunto alla dodicesima edizione, Tuttostorie è un interessante e articolato festival che si occupa di narrazione per ragazzi a 360, tra i migliori nel suo genere capace di proiettare Cagliari e la Sardegna a livello europeo e di attrarre molti interventi di livello internazionale. Quest’anno il festival è dedicato all’amicizia, l’affetto, ai legami: il titolo della rassegna è appunto “Dipende da come mi abbracci”.

In programma tantissime iniziative, circa 350 appuntamenti, rivolti a bambini e ragazzi da 0 a 16 anni e ad adulti, con più di 90 ospiti fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati, musicisti e giornalisti.

In calendario laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, mostre, proiezioni cinematografiche ed eventi speciali, in un intreccio fra diverse forme d’arte e discipline.

Tra gli ospiti saranno presenti alcuni fra i più importanti autori (scrittori e illustratori) per ragazzi di livello nazionale e internazionale: Marie-Aude Murail, una delle le voci più intense della letteratura contemporanea per ragazzi che presenterà in anteprima nazionale il suo nuovo romanzo La figlia del Dottor Baudoin (in uscita il 13 ottobre con Camelozampa), Sjoerd Kuyper, autore pluripremiato in Olanda, una scoperta per il pubblico italiano con il romanzo Hotel Grande A, lo scrittore Vincent Cuvellier, uno dei più importanti scrittori francesi per ragazzi, conosciuto al pubblico italiano grazie ai libri con caratteri “ad alta leggibilità” della Biancoenero edizioni.

Molti anche gli eventi musicali e le performance teatrali destinati ai piccolissimi; ne abbiamo selezionati alcuni secondo noi più interessanti.

Con grande attesa da parte del pubblico, debutta  stasera alle 17,45 presso la sala Bubù di EXEMA, Filastrocche’n’roll 3, concerto con Renzo Cugis, Gianfranco Liori e l’Armeria dei Pirati. I due artisti canteranno di vacanze e surf da onda, scarafaggi e coccodrilli, bambini pasticcioni e persino di racconti del terrore.

Sabato 7 in piazza  Blablà, alle 19,45, tutti armati di tamburi, pentole e secchi per Drum Circus, concerto collettivo di percussioni con incursioni circensi di Adoliere e Ditta Vigliacci e la regia di Catia Castagna. Una performance che miscela ritmi creati da orchestre di percussioni estemporanee con l’arte di strada e circense. Durante la performance, il pubblico si trasforma da semplice spettatore in musicista-attore, partecipando attivamente e dando il ritmo a clownerie di ogni genere, acrobazie e numeri di giocoleria.

Sempre sabato 7  presso la Sala Bubù di EXEMA, alle 17:45 è si tiene il laboratorio a cura di COLLETTIVO Q.B.  Guidati da una cantante e una musicista piccoli e grandi giocano con la voce e con i gesti per interpretare le filastrocche e le canzoni di Papparappa. L’intento è quello di scoprire che è facile mettere in gioco la propria musicalità senza preoccuparsi del risultato finale, ma privilegiando il piacere dell’esplorazione e della condivisione.

Domenica 8 alle 10,00 presso la Sala Zizù di  EXMA è in programma l’installazione sensoriale Tana in tana di Nuvoleintasca. L’installazione sviluppa il tema della tana come luogo di protezione e di rifugio e offre un’occasione di esplorazione e di conoscenza dei diversi materiali con cui sono realizzati i tappeti. Da superfici calpestabili, i tappeti diventano superfici da cui farsi avvolgere: come dentro un sacco a pelo o sotto una coperta, si aspetta in letargo la fine dell’inverno. Come la tana è luogo di rifugio per gli  animali, la coperta è luogo familiare  di riparo e di protezione per i bambini.

Sempre domenica 8 alle 10,00  presso la Sala Bubù di EXEMA, in anteprima la nuova produzione diScarlattine Teatro, “Insieme” con la drammaturgia di Giusi Quarenghi e in collaborazione con il Festival Lei.“Insieme” utilizza il teatro per lavorare sulla relazione, rafforzare il legame di intimità e fiducia necessario tra genitore e figlio.

Per consoscere tutti gli altri eventi potete consultare qui il programma della manifestazione

Il fine settimana di Ocarina #45 – Apolide Festival

Anche oggi continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei Festival musicali più adatti alle famiglie e ai loro bambini. Questo fine settimana rimaniamo in Italia, nella splendida Area Naturalistica Pianezze di Vialfré, a 30 minuti da Torino, dove dal 27 luglio fino al 30 luglio si svolge la quattordicesima edizione di Apolide FestivalUn’evasione di 72 ore dalla frenesia della quotidianità con  musica, concerti, djset, spettacoli, performance, workshop, incontri, sport, relax e tanto altri eventi per adulti e bambini.

Anno dopo anno Apolide  si allontana sempre di più dall’essere un semplice festival musicale per diventare una vera e propria esperienza di vacanza culturale alternativa, attenta alle esigenze del suo pubblico eterogeneo. Tre sono i palchi che verranno allestiti all’interno di questa area immersa nei boschi: Main Stage (fino a tarda notte con star nazionali e internazionali), Boobs Stage (dal mattino alla sera, concerti acustici, spettacoli teatrali, incontri e reading) e Soundwood Stage (dedicato alla musica elettronica). E per coloro che tra un concerto e l’altro vogliono vivere una vera e propria vacanza tra relax e natura, sono numerose le aree di Apolide Festival ad essi dedicate. Ad esempio la Sport Arena con attività quali slacklining, frisbee, parkour, grass volley, trapezio e circo. Al Relax Garden si fanno massaggi shiatsu, meditazione, lezioni di yoga e aikido. L’Apolide Market mette in vendita prodotti vintage e freak, artigianali e sperimentali.

Quest’anno il festival ha previsto tante attività pensate esclusivamente per i bambini: la piscina di fieno, le letture ad alta voce, il laboratorio ‘Viaggio con i semi’, lo yoga per bimbi, gli spettacoli di cabaret e Circo Luce, i giochi esperienziali genitori-bimbi con Nati per la Musica (da 0-6 anni). 

All’interno dell’area camping è presente anche il Family Camp, dotato di tutto il necessario, dal fasciatoio allo scaldavivande, dal servizio di sicurezza al servizio docce.

Le famiglie potranno infine usufruire del Family Pass che costa 60 euro (fino a 4 figli con meno di 12 anni).

Il fine settimana di Ocarina #26 – Fa’afafine, Mi chiamo Alex e sono un dinosauro

Se ancora non siete riusciti a vedere “Fa’afafine, Mi chiamo Alex e sono un dinosauro”  lo spettacolo censurato in molte città italiane e criticato anche da diversi esponenti di istituzioni, questo fine settimana avete l’opportunità di farlo!

Iniziamo con la replica gratuita che si tiene stasera giovedì 16 marzo alle 18,30 presso il Teatro della Tosse di Genova.
Giardini Luzzati con Teatro della Tosse, insieme a numerosi Teatri, Festival e Associazioni genovesi presentano questo straordinario spettacolo, in difesa della libertà d’espressione e per tutelare i teatri e gli spazi di “elaborazione critica” per i giovani.

Dal 18 al 20 marzo lo spettacolo sarà in scena a Roma allo Spazio Indipendente per le Arti Angelo Mai. Per gli orari è possibile consultare qui il programma.

“Fa’afafine, Mi chiamo Alex e sono un dinosauro” (testo e regia di Giuliano Scarpinato), è uno spettacolo per bambini dagli 8 anni e affronta il tema del “gender”, l’autodeterminazione dell’orientamento sessuale. Sul palcoscenico l’attore 28enne Michele Degirolam interpreta Alex, il giovanissimo protagonista che si definisce “bambino-bambina”, impegnato nella scoperta di sé e della sua identità di genere.  “Fa’afafine”, nella lingua di Samoa, è una persona che fin dall’infanzia non ama identificarsi in un sesso o nell’altro. Un “terzo sesso” cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto.

Lo spettacolo ha il patrocinio di Amnesty International – Italia ed ha ottenuto autorevoli riconoscimenti per il coraggio e l’accuratezza con cui viene affrontato il delicato e importante tema dell’educazione alla diversità. Tra i premi più prestigiosi ricordiamo l’Eolo Awards 2016 per il miglior spettacolo di teatro per ragazzi, l’ Infogiovani al Festival di Lugano, lo Scenario infanzia, è inoltre finalista al premio Rete Critica del teatro Stabile del Veneto.

Vi lasciamo con il trailer dello spettacolo: