Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

Tag Archives: eventi

Il fine settimana di Ocarina #66 Festa Nazionale della Befana – Urbania

Passati Natale e Capodanno, la festa della Befana è l’ultimo appuntamento che conclude le festività, regalando un’ultimo fine settimana di vacanze e di divertimento.
In tante città di tutta Italia si celebrerà la simpatica vecchietta con canti, balli, ma soprattutto tanti dolci e caramelle…
La festa più grande fra tutte è quella di Urbania che durerà addirittura tre giorni, dal 4 al 6 gennaio e che da ormai 20 anni è un’attrazione che piace molto alle famiglie.
In occasione dell’Epifania la 
città si accende di luci e colori, con centinaia di befane che porteranno le calze per bambini (oltre 4000) animando le vie del centro. I luoghi storici si trasformeranno in Piazza del Cioccolato, l’Emporio della Befana, la Piazza del fai da te, il Cortile dei sapori e il Parco giochi della Befana. Un’atmosfera suggestiva e divertente con tante attività pensate per i bambini di tutte le età.
Alla Befana sono ispirati i laboratori didattici e creativi per bambini (con la ceramica, con il legno e con materiali di riciclo), i giochi tradizionali tutti da riscoprire, concerti, spettacoli di marionette, di magia, giocolerai e polveri pirotecniche… 
Attesissime le discese acrobatiche della befana che per tutti i tre giorni si calerà dalla Torre campanaria e dal campanile del Palazzo comunale tenendo tutti gli spettatori con il naso all’insù e portando tanti regalini ai bambini presenti. Inoltre come da tradizione tra le vie del centro sfilerà una calza record, la più lunga del mondo (50 metri), realizzata interamente dalle befane del paese. 
Durante la Festa I bambini avranno inoltre l’opportunità di visitare la Casa della befana: la nonnina mostrerà loro come si prepara il carbone, come si tesse al telaio, oppure raccontando storie di fantasia e facendo loro conoscere il territorio in cui abita, ricco di cultura e di tradizioni, che lei ben conosce. Accanto alla casa sarà adibito anche il Befana Postal Office, in cui i bambini possono scrivere e spedire le loro letterine alla simpatica vecchietta, magari con i buoni propositi per il nuovo anno oppure fermarsi ad ascoltare le storie nella calda Befana Reception.
 
Per il giorno della Befana vi consigliamo di non perdere due appuntamenti:
 – il concerto della numerosissima band fanese Obelisco Nero che dalle 15.00 si esibirà sul palco centrale della festa, per poi unirsi alla BefanaBand e portare un po’ di musica per le vie del centro. Alle ore 18.30 il gran finale di nuovo sul palco centrale!
– lo spettacolo teatrale Il topo di campagna, il topo di città a cura della compagnia “Il palchettone” di Urbania che si tiene alle ore 21 presso il Teatro Bramante.
 
Qui potete consultare il programma completo dei tre giorni della manifestazione. Sicuramente troverete gli appuntamenti che faranno al caso vostro.
 
Buona Festa della Befana a tutti!

Il fine settimana di Ocarina #64 Rassegna dei Concerti di Natale – by Ocarina

Da oggi fino a Santo Stefano in tante città d’Italia si festeggia con la musica: dai tradizionali concerti di musica classica ai cori gospel, ricchi di spiritualità e energia, ai live di importanti cantautori italiani. Per l’occasione abbiamo fatto una rassegna degli appuntamenti più interessanti e anche più adatti alle famiglie.

Partiamo da Milano dove il 21 e il 23 dicembre, alle ore 20, al Teatro alla Scala si tiene il tradizionale Concerto di Natale, con Coro e Orchestra del Teatro alla Scala diretti da Giovanni Antonini e Bruno Casoni e con i solisti Brenda Rae (soprano I), Roberta Invernizzi (soprano II), Francesco Demuro (tenore) e Michele Pertusi (basso).

Il Concerto di Natale, introdotto nel cartellone scaligero da Riccardo Muti nel 1996 e da allora affidato alle bacchette più prestigiose tra le quali il Direttore Musicale Riccardo Chailly, sarà anche quest’anno trasmesso in differita su Rai1 domenica 24 dicembre alle ore 9.05.

Sempre a Milano e sempre gli stessi giorni il 21 e 23 dicembre torna al Teatro Dal Verme il tradizionale Concerto di Natale dell’Orchestra “I Pomeriggi Musicali”.   A dirigere l’ensemble, che eseguirà brani di Strauss e di altri compositori viennesi, il maestro Giancarlo Rizzi.

Grande attesa  Carignano, in provincia di Torino,  per il concerto di Natale, organizzato da AltroDomani Onlus in cui si esibiranno i Free Voices Gospel Choir, una delle maggiori formazioni di musica Gospel in Italia: più di 80 coristi e 5 musicisti. L’appuntamento è in programma per il 22 dicembre al Teatro Cantoregi di Carignano.

A Trieste, Al Teatro Lirico Giuseppe Verdi, sabato 23 dicembre, alle 20.30, si svolge il Concerto di Natale con il Maestro Ezio Bosso. Un avvincente ed emozionante viaggio musicale alla scoperta della magia della Natività, tra grandi classici e proposte meno frequentate, con la partecipazione dell’Orchestra e del Coro della Fondazione.

A Reggio Emilia, il 25 dicembre, Vinicio Capossela sarà il protagonista del 17esimo “Concerto di Natale”, che torna al “Fuori Orario” di Taneto di Gattatico.

Firenze giovedì 21 dicembre alle ore 20.00 al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino vi consigliamo caldamente il concerto del Coro delle voci bianche del Maggio, diretto da Lorenzo Fratini con l’accompagnamento del Gruppo Musica d’Insieme Astrolabio. Formato da ragazzi dai 14 ai 25 anni, il Coro offre un percorso di espressione artistico/musicale con una prospettiva didattica, formativa e culturale a sostegno di bambini affetti da disturbi generalizzati dello sviluppo e da altre tipologie di handicap.

Se siete a Roma e desiderate godere dal vivo la magia di un affiatato coro gospel vi segnaliamo  dal 21 al 23 dicembre, all’ Auditorium Parco della Musica, il concerto di Emmanuel Djob by The Gospel River. Di origine camerunense, naturalizzato francese, Emmanuel Djob è considerato una tra e migliori voci soul/gospel europee. La sua musica è un efficace mix di soul, gospel e ritmiche africane, impreziosita dall’arrangiamento delle voci maschili e femminili che ruotano attorno al band leader, sprigionando una carica contagiosa.

Sempre all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 26 al 30 dicembre è in programma il progetto inedito ‘Collisioni a Roma’ che prevede l’esibizione di tre grandi artisti italiani, Daniele Silvestri, Carmen Consoli e Max Gazzè.

Scendiamo ancora più a sud e andiamo a Napoli, che come ogni anno il  fine settimana di Natale ospita tanti  ottimi concerti di musica classica, alcuni anche gratuiti.
In particolare vi segnaliamo il 21 dicembre alle ore 17.30 (sala della Culla a Napoli) il concerto di Natale “In Nativitate Domino” dell’Ensemble vocale e strumentale Giovanni Paisiello in collaborazione con il Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli. Il concerto rientra nella rassegna “Capodimonte dopo Vermeer”.
Il 21 e il 22 dicembre la Galleria Borbonica presenta un evento straordinario: aperitivo, visita guidata notturna e concerto gospel del Gruppo Gospel Voices che si esibirà nella Cava Tufacea sottostante Palazzo Serra di Cassano.
Infine il 22 alle ore 20.30 presso la Chiesa di San Potito si tiene That’s Napoli! Live Show. In scena un coro di 23 giovani talenti supportati da una band live che si esibiranno in un mix armonioso di musica classica napoletana e contaminazioni pop. 

A Cosenza fino al 23 dicembre si tiene il festival culturale Radicamenti, con canti e balli natalizi tipici della tradizione calabrese.

A Palermo dal 26 dicembre al 6 gennaio torna la IX edizione del ciclo di concerti di “Natale a Palermo”, un itinerario culturale tra arte architettura e musica, ospitati in chiese, oratori e luoghi storici della città, a volte anche poco conosciuti o magari aperti per l’occasione.
La rassegna prenderà il via il giorno di Santo Stefano alle 19,30, nella chiesa di San Francesco di Paola, con un concerto del Sicily Ensemble che si perderà tra i tanghi e i pezzi più noti di Astor Piazzolla. Qui è possibile consultare il programma completo della manifestazione. 

Infine andiamo in Sardegna, dove a Stintino (Sassari) il 22 dicembre alle ore 19,00 si tiene il concerto di Natale con la corale Vivaldi di Sassari e i Joyful Soul. Una ensemble frizzante con un repertorio che spazierà tra il pop, il gospel e la World music.
Dal 25 al 29 dicembre,  direttamente dagli Stati Uniti arriva sull’Isola uno dei talenti più interessanti del “nuovo gospel”, Cedric Shannon Rives con i Brothers in Gospel.
La Formazione farà tappa in cinque città sarde: Alghero, Carbonia, Cuglieri, Sassari e Serramanna. La prima data è prevista il giorno di Natale, alle 19,00 al Teatro centrale di Carbonia.  Il repertorio spazierà tra modernità e tradizione con le immancabili pietre miliari del genere e brani originali dello stesso Cedric Shannon Rives fondatore e direttore musicale dell’ensemble.

Tanti auguri da The Pond!

Il fine settimana di Ocarina #48 – Festival della Mente

Dal 1 al 3 settembre si tiene nel centro storico di Sarzana il Festival della Mente, il primo festival di approfondimento culturale europeo dedicato alla creatività e ai processi creativi.

Giunta alla 14° edizione, questa manifestazione ha ospitato negli anni circa 500 eventi tra dibattiti, concerti, spettacoli, workshop e 500 relatori tra i più significativi intellettuali e pensatori italiani e stranieri. Per citarne alcuni: Luis Sepulveda, Marc Augè, Giuseppe Bertolucci, Zygmunt Baumann, Roberto Saviano.

Il Festival della Mente è un evento per tutti, perché le attività e gli argomenti proposti sono accessibili ad un pubblico non specialistico ma soprattutto a grandi e piccini. Al suo interno  è infatti prevista una sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi; un vero e proprio festival nel festival, con un programma ricco di laboratori, workshop spettacoli e incontri per sperimentare e conoscere, curato da Marina Cogoli Biroli.

Tra i numerosi appuntamenti dedicati alle famiglie ne abbiamo selezionati alcuni dedicati alla musica e all’ascolto:

Sabato 2 alle ore 10,00 al Canale Lunense, Franco Lorenzoni, della casa-laboratorio Cenci, si esibisce in Com’è nata la musica nel mondo? Un viaggio straordinario, fra suoni, immagini e parole alla scoperta dei miti che sono all’origine della musica

Sabato 2  alle ore 17,30 e domenica 3 alle ore 10,30, alla Biblioteca Civica C. Martinetti, Noemi Bermani e Salvatore Panu conducono Suoni di c/arteUn Laboratorio Metodo Bruno Munari ® in cui – passando dall’esplorazione alla composizione istantanea sarà realizzato un repertorio di suoni informali per arrivare ad una conduzione musicale collettiva.

Sabato 2 alle ore 21,00 al Cinema Italia, il Teatro dell’Orsa mette in scena Strambe Storie, una rete di racconti strampalati e imprevedibili spaziando da il narratore di Saki ai personaggi irriverenti di Roald Dahl. Una videocamera galleggerà nel buio mostrando i disegni dal vivo di un artista.

Domenica 3 alle 17,00 in Piazza Capolicchio il collettivo LastanzadiGreta mette in scena Musica bambina! una performance molto coinvolgente in cui i partecipanti sono “orchestrati” e “diretti” per arrangiare un concerto improvvisato utilizzando strumenti veri e di recupero, chitarre elettriche e bidoni.

Buon divertimento!

Il fine settimana di Ocarina #45 – Apolide Festival

Anche oggi continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei Festival musicali più adatti alle famiglie e ai loro bambini. Questo fine settimana rimaniamo in Italia, nella splendida Area Naturalistica Pianezze di Vialfré, a 30 minuti da Torino, dove dal 27 luglio fino al 30 luglio si svolge la quattordicesima edizione di Apolide FestivalUn’evasione di 72 ore dalla frenesia della quotidianità con  musica, concerti, djset, spettacoli, performance, workshop, incontri, sport, relax e tanto altri eventi per adulti e bambini.

Anno dopo anno Apolide  si allontana sempre di più dall’essere un semplice festival musicale per diventare una vera e propria esperienza di vacanza culturale alternativa, attenta alle esigenze del suo pubblico eterogeneo. Tre sono i palchi che verranno allestiti all’interno di questa area immersa nei boschi: Main Stage (fino a tarda notte con star nazionali e internazionali), Boobs Stage (dal mattino alla sera, concerti acustici, spettacoli teatrali, incontri e reading) e Soundwood Stage (dedicato alla musica elettronica). E per coloro che tra un concerto e l’altro vogliono vivere una vera e propria vacanza tra relax e natura, sono numerose le aree di Apolide Festival ad essi dedicate. Ad esempio la Sport Arena con attività quali slacklining, frisbee, parkour, grass volley, trapezio e circo. Al Relax Garden si fanno massaggi shiatsu, meditazione, lezioni di yoga e aikido. L’Apolide Market mette in vendita prodotti vintage e freak, artigianali e sperimentali.

Quest’anno il festival ha previsto tante attività pensate esclusivamente per i bambini: la piscina di fieno, le letture ad alta voce, il laboratorio ‘Viaggio con i semi’, lo yoga per bimbi, gli spettacoli di cabaret e Circo Luce, i giochi esperienziali genitori-bimbi con Nati per la Musica (da 0-6 anni). 

All’interno dell’area camping è presente anche il Family Camp, dotato di tutto il necessario, dal fasciatoio allo scaldavivande, dal servizio di sicurezza al servizio docce.

Le famiglie potranno infine usufruire del Family Pass che costa 60 euro (fino a 4 figli con meno di 12 anni).

Ocarina consiglia # I migliori eventi per Capodanno

Ci siamo quasi, mancano solo 24 ore prima di iniziare a festeggiare l’arrivo del 2017. Quest’anno Ocarina lo farà ad Umbria Jazz Winter

Gli appassionati di musica jazz, potranno trascorrere l’ultimo dell’anno a Orvieto dove dal 28 dicembre al 1 gennaio si tiene la  la 24esima edizione del festival internazionale. La rassegna è senz’altro un’occasione per apprezzare artisti e musicisti jazz provenienti da ogni parte del mondo che si esibiscono nell’incantevole scenario di festa della cittadina umbra. I concerti saranno organizzati nei bellissimi palazzi storici del centro, mentre all’aperto si terranno numerosi eventi paralleli, esibizioni in strada e molto altro ancora. Nel programma del 31 dicembre, figurano nomi di rilievo internazionale, con un’importante centralità per il jazz tricolore. Tra gli artisti italiani si esibiranno il musicista  Paolo Fresu e Gaetano Curreri, voce e leader degli Stadio, che dedicheranno il loro show al “jazz di Lucio Dalla e Fabrizio De Andre'”. Con loro, anche Raffaele Casarano e Fabrizio Fascini.

Tra gli appuntamenti da non perdere per i bambini vi segnaliamo la street parade della band toscana Funk Off che suoneranno per le strade della città di Orvieto a partire dalla mattina, con repliche fino alla sera.

Per chi non ha in programma l’Umbria, Ocarina ha perlustrato lo stivale alla ricerca dei migliori eventi dedicati ai bambini ma anche ai loro genitori per la notte di San Silvestro.

Milano – il 31 dicembre al Teatro Leonardo torna a grande richiesta “Magic Shadows”, lo spettacolo dei Catapult che ha affascinato il pubblico italiano nella ultime due stagioni teatrali. Le famiglie potranno così dimenticare per un’ora e mezza il mondo reale, lasciandosi trasportare oltre i confini di spazio e tempo, in una dimensione popolata da fate e sogni fantastici. Formidabili ballerini daranno vita a figure apparentemente impensabili con dei semplici giochi di luci/ombre: e così nel buio ecco apparire, come per magia, un elicottero, un castello, un fiore o un pinguino.

Torino – va in scena il Concerto di Si be-bolle, alla Casa del teatro dei Ragazzi. Un eccentrico pianista si presenterà sul palco con l’emozione e la tensione delle grandi occasioni. Finalmente, dopo anni di studi, potrà esibirsi davanti a un pubblico in un vero teatro. Ma l’imprevisto è in agguato e tra improbabili incidenti, incontri fortuiti e veri e propri colpi di scena, le cose non andranno proprio come programmato. Un vero e proprio concerto, costellato dalla danza di una sognante miriade di bolle di sapone di ogni forma e dimensione. A seguire l’attore Francesco Giorda conduce il pubblico in un gioco coinvolgente attraverso numeri di equilibrismo, sketch di improvvisazione e pura clownerie. Alla fine brindisi di Mezzanotte.

Bologna – presso Il Teatro Duse è in programma un Capodanno 2017 davvero speciale: lo show The Chinese Acrobatic Circus of Henan, proposto dalla compagnia The China Acrobatic Troupe. I talentuosi artisti del gruppo circense proporranno uno spettacolo fatto di acrobazie, contorsionismo e prove circensi al limite dell’impossibile. The China Acrobatic Troupe si esibirà con il suo show bolognese dal 29 Dicembre al 1° Gennaio, con serata speciale il 31 Dicembre e nel pomeriggio del 1° dell’anno.

Firenze – sono in programma festeggiamenti all’aperto in formato famiglia: in piazza dell’Isolotto, si festeggia con animazione e musica con La Scena Muta, che suonerà già dal pomeriggio, in modo che i bambini più piccoli possano andare a letto presto senza rinunciare ai festeggiamenti. E poi in piazza Bartali dove si aspetta la mezzanotte con il Cirk Fantastik. Sarà possibile assistere a spettacoli di circo e giocolieri, nonché artisti che gireranno su incredibili trampoli e spettacoli di marionette. Dalle 18.30 in poi tutti sono benvenuti nel mondo delle Mille e una notte: bar lenticchie e chill out! Nella piazza dei sogni e delle più strabilianti fantasie, strani personaggi ed emozionanti performance, suggestivi spazi di spettacolo, teatrini emozionali e allestimenti di eco-design! . L’ingresso gratuito, è necessaria la prenotazione sul posto.

Roma – le famiglie potranno aspettare la mezzanotte del 31 dicembre al Teatro delle Marionette degli Accettella con lo spettacolo C’est Magnifique. Si tratta di uno show comico messo in scena dalla Compagnia Circo in Valigia con acrobazie aeree, abilità musicali, pupazzi di gommapiuma e giocolerie emotive. E’ uno spettacolo di Clown, o meglio, con tre Clown che danno i numeri … e a proposito di numeri: una sega musicale, un organetto diatonico, un cerchio aereo, sei palline rimbalzine, un paio di scarpe da tip-tap, un ukulele, una tela aerea di cinque metri, quattro pupazzi, due cucchiai da minestra, cinque cappelli da manipolazione, tre sedie e tre valigie di pelle … tutto in 60 minuti, in un continuo folle gioco e cambi di scena! E’ previsto inoltre un piccolo buffet, mentre a mezzanotte ci saranno brindisi e fuochi d’artificio. Prezzo unico biglietto: €. 20,00

Napoli – alla Galleria Toledo è in programma il Circo delle bolle di sapone della Compagnia Ribolle. Gli attori in scena racconteranno delle bellissime storie senza l’ausilio delle parole, mentre dei grandi artisti o dei macchinari particolari produrranno delle bolle di sapone di varie dimensioni.

Il fine settimana di Ocarina #16 (22-25 dicembre)

Quest’anno Ocarina trascorrerà le feste di Natale a Napoli. Perché? La risposta è semplice, non esiste posto più bello dove trascorrere il Natale con tutta la città che in questi giorni si accende con mercatini, presepi e tanti eventi, molti dei quali dedicati anche ai bambini.

 

Prima tappa obbligatoria è sicuramente a Spaccanapoli, San Gregorio Armeno, la strada conosciuta in tutto il mondo per i presepi e per le botteghe artigiane che si dedicano alla creazione della Natività. Dopo un giro ai mercatini natalizi e anche una sosta alla tradizionale fiera di San Biagio in via San Biagio dei Librai, Ocarina ha in programma una 4 giorni di concerti di musica classica, molti dei quali gratuiti, che si terranno nelle chiese e nei luoghi più belli di Napoli.

Iniziamo stasera, giovedì 22 dicembre alle 21,00, con il bellissimo concerto di Natale al Teatro San Carlo in favore dei piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Santobono. Il concerto si chiama Natale in jazz e prevede la partecipazione della Big Barra Band con Paul Gaspar, trombettista e pianista di fama internazionale nonché direttore, compositore, arrangiatore e tromba solista della Big Barra Band. Al concerto parteciperà anche il Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo diretto da Stefania Rinaldi. L’evento avrà prezzi molto accessibili: 10, 15 e 25 euro.

Per il fine settimana sono in programma anche altri appuntamenti che permetteranno di ascoltare grande e buona musica classica; ve ne segnaliamo alcuni:

Giovedì 22 dicembre 2016, ore 20.00, presso la Chiesa dell’Ascensione a Chiaia, piazzetta Ascensione, si esibisce il Coro Polifonico Luna Nova. Le musiche di S. Alfonso de’ Liguori, Saint-Saëns, Willcocks, Haendel-Mason, Adam, Leontovich, Woodward –

Venerdì 23 dicembre 2016, ore 20.00, Chiesa di Santa Caterina a Formiello piazza Enrico de Nicola, 49, Napoli – Coro Mysterium Vocis – Musiche di Hans Leo Hassler,P. Nenna, Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, D. De Risi,R. Di Marino, G. Longobardi, László Halmos, G. Panariello – Ingresso libero

Venerdì 23 dicembre 2016, ore 20.00, Chiesa di Sant’Eligio Maggiore, via Sant’Eligio,Napoli – “Musica nei Luoghi Sacri”, Coro Vocalia e Orchestra Discantus Ensemble – Musiche di G. Holst, J. Rutter – ore 19 visita guidata gratuita – Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, (informazioni)

Domenica 25 dicembre 2016, ore 20.00, Duomo di Napoli, concerto natalizio dei Cantori di Posillipo – Ingresso libero

Il fine settimana di Ocarina #15 (17-18 dicembre)

Per Ocarina questo fine settimana sarà lungo e denso di appuntamenti all’insegna del Natale, in giro per Italia. Meno male che ha le ali!

Sabato 17 dicembre alle 16,00 arriverà a Milano all’Auditorium Fondazione Cariplo per assistere al 10° appuntamento della rassegna Crescendo in musica. La compagnia LaVerdi metterà in scena una versione per bambini dello Schiaccianoci. Una bellissima avventura musicale con LaVerdi che unisce la passione per la musica all’apprendimento e al divertimento, senza limiti di età. 

La seconda tappa è a Firenze, presso la libreria Clichy, nuovo punto vendita di Ocarina. Una giornata di festa per brindare alla chiusura annuale della programmazione culturale della libreria, con incontri, sconti e tante sorprese. Alle ore 17 si tiene la presentazione del libro “Carlo Monni. Balenando in burrasca” a cura di Pilade Cantini (Edizioni Clichy). Interviene Anna Meacci. Alle ore 19 seguirà la presentazione di “Il Salvatori 2017. Il dizionario della canzone” di Dario Salvatori (Edizioni Clichy). Alcuni autori di Edizioni Clichy saranno presenti per firmare le copie dei loro libri. Durante la giornata sconti speciali sul catalogo Clichy e brindisi per tutti!

L’ultimo appuntamento del sabato è a Napoli dove alle 20.00 sarà messo mi scena il Canto di Natale di Charles Dickens, presso la basilica inferiore dei Santi Severino e Sossio. Una storia che tocca le corde del cuore di grandi e piccini, in grado di evocare la magia del Natale.

Domenica 18 dicembre Ocarina volerà invece a Bologna, all’Opificio Golinelli, per l’appuntamento del Natale Astrofisico.

Un appuntamento per il pubblico di tutte le età all’insegna dell’esplorazione spaziale, laboratori ed exhibit di astrofisica, spettacoli celesti all’interno del planetario, letture animate sui temi dell’astronomia e del Natale. L’evento, rivolto a bambini, ragazzi e adulti, è a cura di Fondazione Golinelli, in collaborazione con INAF-Osservatorio Astronomico di Bologna e Associazione SOFOS.

Il programma prevede diversi appuntamenti adatti a bambini di tutte le fasce di età:

Movimenti planetari  [2-3 anni]
Attraverso un percorso motorio, in un’ambientazione stellare, i partecipanti ricreano con il corpo alcuni movimenti planetari, imparano a conoscere e a sperimentare con i loro sensi alcune caratteristiche peculiari dei pianeti del nostro sistema solare

Letture sotto l’albero [2-5 anni]
Angolo della lettura di libri illustrati sui temi dell’astronomia e del Natale

Il piccolo astronomo [4-6 anni]
Dopo un’affascinante esplorazione di astri e pianeti all’interno del planetario, i bambini costruiscono, con materiali colorati di varia natura, personalissimi pianeti che potranno appendere sull’albero di Natale

Extraterrestri!  [7-13 anni] 
Immaginando di trovarci su diversi pianeti, scopriamone le caratteristiche chimico-fisiche come la gravità, l’atmosfera, le radiazioni, la temperatura, la presenza o meno di acqua e costruiamo, in maniera creativa, l’identikit dei suoi ipotetici abitanti. Il laboratorio è accompagnato da una suggestiva immersione all’interno del planetario alla ricerca della vita extraterrestre

Vita nello spazio [da 14 anni e adulti]
Perché i tardigradi e la spirulina interessano gli astronauti? I primi perché hanno sorprendenti caratteristiche di resistenza agli stress e ai raggi x e pertanto sono stati selezionati come modello di organismi pluricellulari da impiegare per esperimenti nello spazio. La spirulina invece è coltivata dagli astronauti della Stazione spaziale internazionale per trarne nutrimento e ossigeno e per osservare quali sono le reazioni di tale organismo in assenza di gravità. Il laboratorio permette di sperimentare e avere informazioni sulle caratteristiche e utilità di tardigradi e spirulina.

Per le famiglie che partecipano alle attività e ai laboratori sono disponibili due percorsi espositivi a fruizione libera:

Astroshow [per tutti]
Un’esposizione di exhibit, dimostrazioni e postazioni interattive sul mondo dell’astrofisica: dall’osservazione dei pianeti con telescopi professionali, a simulazioni e app sulle differenti gravità sui pianeti del sistema solare, installazioni di suoli alieni, incontri sui cibi usati nelle missioni spaziali
ore 16>19 (inizio repliche: 16, 16.30, 17, 17.30, 18, 18.30) [per tutti]
Visite guidate agli spazi di Opificio Golinelli

L’ultima tappa di domenica sarà a Roma al Teatro San Carlino, il Teatro dei Burattini della Capitale dove è in scena Il soldatino di stagno uno spettacolo incantato in cui la fantasia fa da maestra. Una storia d’amore di Natale con danzatori, attori, giocattoli e musica dal vivo dove Attori”veri” scompaiono quando i burattini “finti” prendono vita e, dopo lo spettacolo, Babbo Natale riceve le letterine dei bambini. L’ambientazione è quella di una casa comune che il pubblico dei bambini può riconoscere come propria; la suggestione della finzione che diventa realtà è resa fortissima dal suono del sassofono e della batteria suonate dal vivo.

Suoni e rumori servono per dare voce ai giocattoli che prendono vita di notte quando i suoni e i rumori della vita vera si spengono per dare respiro ai sogni fantastici.
Lo Spettacolo è adatto a tutta la famiglia, particolarmente adatto ai bambini dai 2 anni in su.

Il fine settimana di Ocarina #14 (8-11 dicembre)

Dopo aver viaggiato in lungo e in largo l’Italia, questo ponte dell’immacolata Ocarina ha deciso di restare a casa per godersi la sua città ed i bellissimi eventi che saranno proposti nei prossimi giorni. Ecco due di appuntamenti che si terranno a Firenze e a cui sicuramente parteciperemo…speriamo di incontrarvi lì!

1- Per la rassegna “Favole sotto le stelle al Museo FirST, giovedì 8 dicembre si tiene l’evento “La luna e le fasi perdute”.
La Luna ha preso il raffreddore! Le gira la testa e starnutisce così forte che perde… la fase! Ma quanti guai sulla Terra con la Luna sfasata! Riusciranno le costellazioni a trovare le fasi perdute, sotto la guida del Gatto delle Stelle?
Primo turno alle ore 15.00 – Planetario per famiglie (bambini dai 6 anni); alle ore 16.00 Laboratorio di Natale.
Secondo turno alle ore 16.15 – Planetario per famiglie (bambini dai 6 anni) – ore 17.15 Laboratorio di Natale.
Biglietti
€ 7.50 adulti, € 5.00 bambini, € 9.00 bambini per Planetario + laboratorio. Prenotazione consigliata. Per info e prenotazione: tel. 055 23 43 723. Museo FirSt scienza e tecnica, via Giusti 29 Firenze

Domenica 11 dicembre la rassegna “Favole sotto le stelle al Museo FirST” continua con lo spettacolo “Col naso all’insualle ore 15,00 e alle 15,45 per i piccoli dai 3 ai 6 anni.
In volo, per riconoscere i pianeti e, al tramonto, veder accendersi stelle e costellazioni.
Favola illustrata sul cielo a cui segue il gioco “A spasso tra le costellazioni!“
Biglietto ridotto a € 5.00 per tutti, adulti e bambini.

 2. I pupi di Stac con la bella e la bestia al Museo Stibbert
Giovedì 8 dicembre alle ore 15:30 e 17:30
presso il Museo Stibbert, i Pupi di Stac propongono il suo nuovo spettacolo “La bella e la bestia”. Ancora una vola la storica compagnia fiorentina attiva dal 1946 cedono alla tentazione di interpretare una fiaba celebre. Ovviamente nel loro stile e con l’introduzione di molta ironia e classiche situazioni burattinesche. Una versione, comunque, molto aderente alla storia più conosciuta. E’ stata  tenuta presente anche la toscanissima fiaba “Bellinda e il Mostro”.
Lo spettacolo si terrà all’interno del Museo Stibbert, che con la sua collezione di armature, spade, elmi, pugnali e abiti è perfetto per i bambini.

Il fine settimana di Ocarina #13 (3 dicembre) “Quattro volte Paperino”

Nonostante la brutta tosse e la febbre alta che la tiene a letto da qualche giorno, Ocarina questo sabato andrà comunque a Milano per l’inaugurazione della mostra dedicata al suo amico: Paperino! Ebbene si anche oche e paperi posso essere ottimi amici 😉

Si intitola “Quattro volte Paperino” il percorso espositivo unico ed originale realizzato presso WOW Spazio Fumetto (Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano) che presenta tutte le anime di questo personaggio così amato dal grande pubblico attraverso l’esposizione di albi rari, giornali d’epoca, filmati, tavole originali, gadget e memorabilia. Si parte ovviamente dal Paperino classico (il papero collerico, pigro, ma anche generoso, che tutti noi conosciamo) per arrivare a Paperinik (l’eroico difensore della città di Paperopoli), PK (la versione supereroistica di Paperinik), e infine a DoubleDuck (intrepido agente segreto). Quattro anime che hanno conquistato l’immaginario tre generazioni, da quel lontano 1934 in cui Paperino si presentò al pubblico per la prima volta ad oggi con l’uscita della nuova saga di PK e l’anteprima delle nuove avventure di DoubleDuck, previste per la primavera 2017.

 La mostra rimarrà aperta fino al 29 gennaio 2017, ed è realizzata in collaborazione con la redazione del settimanale Topolino e Pixartprinting.

Ogni area sarà resa unica grazie a magnifici ingrandimenti su tela e installazioni prodotte dal museo in collaborazione con Pixartprinting.

Durante tutto il periodo della mostra sono previsti eventi, incontri con autori e presentazioni, che permetteranno ai fan di approfondire la loro conoscenza di Paperino.

Inoltre, durante i weekend, sono organizzati laboratori di disegno a tema, per imparare a disegnare Paperino, Qui, Quo, Qua, Zio Paperone, ma anche Paperinik, i malvagi Evroniani o DoubleDuck. Di seguito i primi appuntamenti:

Domenica 20 novembre , ore 15.30: Disegnamo Paperino (laboratorio di disegno dai 6 anni)

Domenica 27 novembre , ore 14.00: Visita guidata alla mostra di Paperino per bambini e famiglie)

Il fine settimana di Ocarina #12 (27 novembre) Le domeniche da favola

Questo fine settimana andiamo in Abruzzo, perché il 27 novembre al Teatro dei Marsi di Avezzano inaugura la quinta edizione della rassegna “Le domeniche da favola”. L’iniziativa è organizzata dal Teatro dei Colori – Centro di produzione, ricerca e pedagogia nello spettacolo che per l’occasione annuncerà il riconoscimento per il 29° anno consecutivo da parte del MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – come struttura culturale professionale di ambito nazionale. Complimenti!

L’iniziativa, che nelle scorse stagioni è stata molto apprezzata dal pubblico, ha in programma tanti spettacoli per bambini e famiglie e prevede sei titoli, dai classici di Hans Christian Andersen, Esopo, Fedro, La Fontaine, Fratelli Grimm, ai racconti di altri continenti. Il 27 novembre si inaugura la rassegna con il “Brutto anatroccolo” (Teatro dei Marsi, ore17.00) che sarà portato in scena dal  Tib Teatro di Belluno. Lo spettacolo rivisiterà la celebre favola di Andersen, dando vita ad un’originale drammaturgia musicale che, pur raccontando la fiaba tradizionale, comporrà le esperienze personali dei protagonisti con le migliori canzoni del pop italiano.

Nella rappresentazione teatrale si parla del bisogno d’amore negato, della scoperta di sé stessi, della bellezza che c’è in ognuno, fino al volo finale del bellissimo cigno. E’ quindi una spinta a mutare lo sguardo in qualcosa di nuovo che sappia vedere la bellezza nascosta, in ogni persona, riconoscendo e accogliendo il bisogno di amore altrui.

“Le domeniche da favola” proseguiranno poi il 18 dicembre con “Il tenace soldatino di stagno” (La Fontemaggiore di Perugia); il 15 gennaio 2017 con “Mulan e il drago” (Teatro dei Colori di Avezzano); il 29 gennaio con “Le favole della saggezza” (I teatrini di Napoli); il 12 febbraio “I musicanti di Brema” (Le Giravolte di Lecce) e, infine, il 5 marzo con “Simbad il viaggiatore” (Bottega gli apogrifi di Foggia).

Le attività si svolgeranno con il contributo del Comune di Avezzano, dell’Assessorato alla Cultura e dell’Ufficio Teatro e avranno rapporti istituzionali con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Abruzzo.

Da non perdere 😉